Il gran finale si avvicina. In vista delle partite determinanti di questo torneo universitario, i primi si  godono le alture della classifica in pantofole, con alcuna voglia di scalfirsi a vicenda nelle partite di  girone, ma con la promessa di disputarsi fino all’ultimo la coppa. Nel purgatorio invece tutte le altre squadre, o quasi, che cercano il colpo di reni per acciuffare il quarto posto iridato, accanto alle forti.  Molte delle squadre del torneo si concentrano più o meno nella stessa fascia di punteggio e diventerà a questo punto influente anche la differenza reti: la competizione si fa interessante, si  fanno calcoli sui risultati, sulle probabilità. Fatto sta, neanche chi è più indietro concede nulla: i  Seven  Lions, ritrovatasi finalmente tutti assieme dopo tante partite decimate, hanno inflitto una sconfitta pesante soprattutto a livello morale alla Mai Più, che sembra aver perso lo slancio di inizio anno. Ai Campioni Balordi spetterà una partita non facile contro l’ex Satan, che non vuole lasciarsi sfuggire l’occasione. E nella fascia intermedia, oltre a Mai Più e Mossid, si affollano i Siderurgici,  che vorrebbero tornare come l’anno prima ad occupare il quarto posto, i “crepuscolari” Sprizz team, coda della cometa che sembrava essere e i Sesto piano, che descriverei con un solo  aggettivo: stupefacenti. Ormai tranquilli della loro postazione sono invece i  Vulcainbargains, che recuperano anche qualcuno dei loro infortunati; le Fecce Rosse e l’inossidabile CSKA Turismo che cambia il nome ma non il vizio…di far bene. Si disputeranno così le semifinali e finali i giorni  mercoledì 17 maggio dalle 18:30 alle 20:30 e martedì 23 maggio dalle 20:30 alle 22:30, quando si  saprà finalmente chi meglio è riuscito a sgomitare tra le squadre e chi si guadagnerà l’olimpo del  torneo di calcio a sette. Il tutto corredato da un tifo sicuramente più mite dell’anno passato ma che  dovrebbe tornare a scaldare gli animi per le battute finali del torneo. Rimane infine l’auspicio che  anche per queste ultime partite sia di costume il buon senso e la sportività, soprattutto nei confronti  di chi si troverà ad arbitrare le fasi finali. Sempre aspettando la sfida, quest’anno come ogni anno,  di calcio a undici che vedrà contrapposta una nostra selezione contro quella dei cugini di Udine.

Edoardo Buonerba

Annunci