Voto: 9

Nazione: USA

Cast: R.Downey Jr, C. Palminteri

Regia: Dito Montiel

Durata: 98’

Biografia dello stesso regista e precedentemente tradotta in un libro, il film “Guida per riconoscere i tuoi santi” mostra uno spaccato di un sobborgo statunitense della fine degli anni 80’.Dopo 15 anni di assenza passati in California, Dito torna nella natia Astoria Queens chiamato dalla madre a causa della grave malattia del padre. Durante il viaggio i ricordi del suo passato riemergono e con essi le persone con cui ha trascorso parte della sua adolescenza e che poi ha abbandonato per scappare in parte per il difficile rapporto col genitore, ma soprattutto a causa di una vita piena di violenza quotidiana e di ragazzi di strada con poche speranze nel futuro. E che nemmeno l’amore per Laurie, che tenta inutilmente di fargli cambiare atteggiamento e di lasciar perdere la cattiva compagnia di Antonio, riesce a risolvere positivamente. Dito dunque si decide a tornare e scopre che mentre egli ha dimenticato tutto e tutti, nessuno ha invece mai abbandonato lui. Il film è nel complesso molto intenso e caratterizzato da dialoghi serrati, con l’uso di un linguaggio duro e diretto e con scene a volte molto forti; la maggior parte della sceneggiatura è ambientata nel passato del protagonista e spesso si ha un confronto con la situazione odierna delle persone in esso coinvolte. Tutti i personaggi sono caratterialmente forti e ben delineati e a ciò contribuisce la bravura degli attori che li interpretano, nonostante in gran parte ancora giovani. A mio parere, è un film che fa riflettere e che evidenzia una situazione ancora oggi purtroppo ritrovabile in alcuni ambienti e che una rivalità ingiustificata spesso alimenta.

Lisa Cuccato

Annunci